DODI DAY - 01.06.2018

DODI DAY - 50 anni di musica

DODI DAY - 50 anni di musica
ENRICO RUGGERI

Ciao a tutti, al "DODI DAY - 50 anni in musica" che avrà luogo sul lungomare di Bellaria Igea Marina l’1 giugno ritroverò un caro amico ed artista eclettico: il cantautore, scrittore, conduttore televisivo e radiofonico Enrico Ruggeri.
Originario di Milano, all'età di 15 anni fonda i Josafat, il suo primo gruppo, divenuto un paio di anni dopo i Champagne Molotov. Nel 1977, fondendosi con i Trifoglio, nascono i Decibel e con essi incide l'omonimo album "Decibel".
Il successo giunge nel 1980 con la partecipazione al Festival di Sanremo con il brano "Contessa" e l'album "Vivo da re”. Nel 1981 Enrico intraprende la carriera solista pubblicando l'LP "Champagne Molotov", ma nel contempo è autore per Diana Est, Den Harrow, Jock Hattle, Albert One.
Il disco "Polvere" del 1983 segna l'ingresso di Ruggeri in CGD e il secondo posto al Festivalbar con la title-track. L'anno successivo verrà sancito il suo successo come autore grazie all'interpretazione da parte di Loredana Bertè del suo brano "Il mare d'inverno".
del 1992 vengono estratti singoli che divengono grandi successi: tra essi, “Mare mare” vince il "Premio Singoli" al Nel 1984 partecipa a Sanremo con "Nuovo Swing", seguito dall'LP "Presente". Nel 1985 dopo un tour e un singolo con Mimmo Locasciulli, Enrico nel giro di diciotto mesi pubblica tre album: "Tutto scorre", "Difesa francese", "Mondo". Al Festival di Sanremo del 1986 ottiene il premio della critica per "Carovana" e diviene uno degli autori più ricercati da parte delle interpreti femminili di spicco del panorama musicale italiano, come Fiorella Mannoia, Loredana Bertè, Anna Oxa e Fiordaliso.
Nel 1987 torna al Festival in gara con il trio composto insieme a Gianno Morandi e Umberto Tozzi, vincendo con il brano "Si può dare di più". Riceve inoltre il premio della critica per il brano "Quello che le donne non dicono" interpretato da Fiorella Mannoia con musica di Luigi Schiavone. Dal tour teatrale con l’orchestra filarmonica di Alessandria scaturisce il doppio live "Vai Rouge!".
Nel 1988 esce "La parola ai testimoni", a cui segue nel 1989 "Contatti", dove io collaboro suonando le chitarre nei brani "Che temperamento" e "La ragione e l'avventura". Ci reincontriamo nel 1990 nell'album dei Pooh "Uomini soli", dove con molti altri amici cantanti partecipa al brano corale "Tu vivrai".
Sempre nel 1990 esce "Il falco e il gabbiano", promosso con il noto singolo "Ti avrò". Del 1991 è "Peter Pan", l'album di maggiore successo di Enrico. Questo periodo di grande ispirazione viene coronato dalla vittoria a Sanremo nell'edizione del 1993 con "Mistero", pubblicato nell'album "La giostra della memoria".
Nel 1994 esce l’LP "Oggetti smarriti", nel 1996 "Fango e stelle", nel 1997 "Domani è un altro giorno", nel 1999 "L'isola dei tesori.
Il passaggio alla SONY-BMG avvenuto nel 2000 è sancito dalla pubblicazione di "L'uomo che vola", il cui brano "Gimondi e il cannibale" diviene la sigla del Giro d’Italia. Del 2001 è l’album acustico "La Vie en Rouge", mentre nel 2002 partecipa al Festival con "Primavera a Sarajevo", ispirato dalla guerra in Bosnia Erzegovina. L'impegno sociale prosegue con il ritorno a Sanremo l'anno successivo in coppia con Andrea Mirò con "Nessuno tocchi Caino", brano contro la pena di morte.
Del 2003 è "Gli occhi del musicista", del 2004 "Punk prima di te" ed il primo doppio DVD dal vivo "Ulisse". Nel 2005 pubblica "Amore e guerra", seguito l’anno successivo dalla raccolta "Cuore, muscoli e cervello". Nel 2007 reinterpreta i classici natalizi in "Il regalo di Natale".
Nel 2008 Ruggeri torna al rock con l'album "Rock Show"; nel 2009 il triplo album "All In - L'ultima follia di Enrico Ruggeri", contenente la colonna sonora del film “Volata finale”, un album di duetti con ospiti stranieri ed un live. Nel 2010 presenta a Sanremo "La Ruota", pubblicata in "La notte delle fate" e diviene giudice nella trasmissione "XFactor".
Enrico pubblica nel 2011 "Che giorno sarà", il suo primo libro e diviene il titolo del tour di quell'anno. Nel 2012 esce il romanzo giallo "Non si può morire la notte di Natale", ottenendo un grande successo di vendite. "Le Canzoni ai Testimoni", sempre del 2012, è una rivisitazione dei brani di Enrico da parte di quindici esponenti di spicco della musica indipendente.
"Frankenstein" del 2013 è un concept album abbinato al romanzo "L’uomo al centro del cerchio", seguito nel 2014 da "Frankenstein 2.0" e dal romanzo giallo "La brutta estate". Enrico diviene conduttore radiofonico nel 2015 con "Il Falco e il Gabbiano", trasmesso su Radio 24.
Nel 2015 esce il doppio album "Pezzi di vita", per poi partecipare l'anno successivo a Sanremo con "Il primo amore non si scorda mai". L'album "Noblesse oblige" del 2017 sancisce la reunion dei Decibel, i quali hanno partecipato al Festival di quest'anno con "Lettera dal Duca", brano tratto dall'album "L’Anticristo".
Per citare Enrico ho preso alcune strofe da “L’ultimo pensiero”:
E se l'amore fosse una canzone, te ne avrei cantate tante.
E se l'amore fosse sangue ti darei la stilla più importante...

Dodi, 19 maggio 2018


DODI DAY - 50 anni di musica

DODI DAY - 50 anni di musica
LUCA CARBONI

Ciao a tutti, al "DODI DAY - 50 anni in musica" che avrà luogo sul lungomare di Bellaria Igea Marina l’1 giugno avrò il piacere di ospitare un mio concittadino: il cantautore e musicista Luca Carboni.
Luca muove i primi passi nella musica imparando a 6 anni a suonare il pianoforte, nel 1976 fondando come chitarrista e compositore il gruppo Teobaldi Rock. Nel 1982 scrive per gli Stadio "Navigando controvento", pubblicato nell'omonimo album del gruppo. La collaborazione gli permette di debuttare come solista nel 1984 con "...intanto Dustin Hoffman non sbaglia un film", lavoro al quale collaborano Curreri, Ron, Dalla. L’album ha subito un buon riscontro presso il pubblico, soprattutto quello più giovane e dà il via al primo tour di Carboni.
Nel 1985 esce "Forever”, che con 70.000 copie vendute supera il precedente LP. Nel 1987 "Luca Carboni" è l’album che sancisce il successo di Luca presso il grande pubblico e la permanenza in classifica per oltre un anno.
"Persone silenziose" del 1989 offre un Carboni più intimista e riflessivo, giungendo alle 500.000 copie vendute. Da “Carboni” del 1992 vengono estratti singoli che divengono grandi successi: tra essi, “Mare mare” vince il "Premio Singoli" al Festivalbar 1992 e il premio come "Miglior artista dell'anno" a Vota la Voce. L'album supera il milione di copie arrivando alla premiazione con un triplo disco di platino. Sempre nel 1992 tiene con Jovanotti una serie di otto concerti, a cui segue nel 1993 la raccolta dal vivo/in studio “Diario Carboni”. Nel 1994 duetta con Mario Lavezzi, Mango e Laura Valente nel brano “Bianche raffiche di vita”, pubblicato nell'album “Voci 2” di Mario Lavezzi.
"Mondo”" del 1995 per scelta stilistica viene registrato quasi in presa diretta. Nel 1998 esce "Carovana", mentre l'anno successivo la raccolta "Il tempo dell'amore", dedicata alla nascita del figlio Samuele.
Il tour del 2000 lo porta in varie città europee, mentre l'album di inediti "LU*CA" giunge nei negozi nel 2001. Carboni si rivela essere anche uno scrittore, pubblicando nel 2004"Autoritratto", ma anche un grafico, realizzando la copertina dell'album "Bufalo Bill" di Francesco De Gregori.
Nel 2005 il ricavato delle vendite dell’album "Ma quando dici amore", una serie di duetti con importanti esponenti della musica italiana ed internazionale, viene devoluto all'AISLA, Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica. In "...le band si sciolgono" del 2006 sono presenti collaborazioni con Pino Daniele, Gaetano Curreri, Tiziano Ferro.
Del 2007 è la biografia "Segni del tempo" scritta in collaborazione con Massimo Cotto, seguita dall’album di cover "Musiche ribelli". Partecipa all’incisione di "21.04.2009", realizzato per devolverne i proventi alle popolazioni colpite dal Terremoto dell'Aquila del 2009.
Del 2011 è "Senza titolo", mentre nel 2013 fa parte del cast del concerto in Piazza Maggiore a Bologna dedicato a Lucio Dalla. I trent'anni di carriera vengono festeggiati nel 2014 con l’album di duetti “Fisico & politico”, traguardo artistico che gli vale l'importante onorificenza della "Turrita d'argento", ricevuta in Palazzo d'Accursio a Bologna. Del 2015 è l'album "Pop-up.
La carriera di Carboni vanta numerose importanti collaborazioni e duetti, ad esempio con Elisa, Francesco Renga, Jovanotti, Gianluca Grignani, Marco Mengoni, Alice, Nomadi, Cesare Cremonini, Lucio Dalla, Gianni Morandi.
Per citare Luca prendo in prestito alcune strofe da "L'amore che cos'è":
Innamorarsi è una cosa seria più grande del mare
Infatti il nostro piccolo cuore, senti, rischia di scoppiare
Ma l'amore che cos'è?
Nessuno ce lo può spiegare
Ma l'amore cosa fa?
Può farci tutto ma non del male...

Dodi, 18 maggio 2018


DODI DAY - 50 anni di musica

DODI DAY - 50 anni di musica
MARIO BIONDI

Ciao a tutti, alla manifestazione dal titolo "DODI DAY - 50 anni in musica" in fase di preparazione sul lungomare di Bellaria Igea Marina per l'1 giugno, avrò il piacere di ospitare il cantante, compositore e arrangiatore Mario Biondi. Non sarà la prima volta che condivideremo il palco, in quanto nel 2012 ha duettato con me nella rivisitazione con orchestra del brano "Ci penserò domani", pubblicato nell'album dei Pooh "Opera Seconda".
Originario di Catania, la musica è una tradizione di famiglia: Mario ha "ereditato" il nome d'arte dal padre, anche lui cantante. Ha cominciato giovanissimo ad approcciarsi al canto con molteplici esperienze: dal 1988 ha cominciato ad aprire i concerti di interpreti internazionali di musica soul, come Ray Charles. La prima grande opportunità fu la pubblicazione del singolo “This is what you are”, che lo fece conoscere in tutta Europa.
Nel 2006 uscì il primo album, “Handful of Soul”, subito accolto bene dal pubblico e meritevole di ben quattro dischi di platino. Nel 2007 partecipò al Festival di Sanremo come ospite nel duetto con Amalia Grè nella canzone in concorso “Amami per sempre”. A seguire la pubblicazione del singolo “No matter” e del doppio live “I love you more”, inciso con la Duke Orkestra.
Nel 2008 interpretò due brani appartenenti alla colonna sonora del rifacimento del filma di animazione "Gli Aristogatti". Tornò a Sanremo partecipando in duo con Karima Ammar con la canzone “Come in ogni ora”. Biondi duettò con Renato Zero nel brano “Non smetterei più” in “Presente”.
Nel 2009 uscì l'album "If", anticipato dal singolo "Be lonely", progetto discografico alla cui incisione parteciparono la Telefilmonic Orchestra London e, tra i musicisti coinvolti, Giovanni Baglioni. Di Burt Bacharach è il brano "Something that was beautiful".
Nel 2010 Mario Biondi ebbe modo di accostarsi nuovamente al mondo del cinema doppiando nel film di animazione "Rapunzel" il brigante Uncino, mentre l'anno successivo prestò la sua voce al pappagallo Miguel nel film "Rio". Sempre nel 2011, i 40 anni dell'artista furono festeggiati con un tour che lo vide accompagnato dalla Big Orchestra, composta da 40 elementi e dall’album "Due (With the Unexpected Glimpses)".
Del 2013 sono "Sun", il concerto alla Royal Albert Hall di Londra con gli Incognito e l’album "Mario Christmas". L’anno successivo si ripeté la pubblicazione di un album a tema natalizio, "A Very Special Mario Christmas", questa volta accompagnato da un DVD live.
Del 2015 è "Beyond", del 2016 "Best Of Soul", dedicato ai 10 anni di carriera di Mario Biondi.
Le uscite discografiche sono intervallate da tour e partecipazioni di grande successo sia in ambito nazionale che internazionale.
Per citare Mario ho scelto le strofe del brano "Love is a temple":
Love is a temple
Don’t take it for granted
And when it happens
It’s time to write your story...

Dodi, 15 maggio 2018


DODI DAY - 50 anni di musica

DODI DAY - 50 anni di musica
GIGI D'ALESSIO

Ciao a tutti, l'ospite che parteciperà al "DODI DAY - 50 anni in musica", organizzato sul lungomare di Bellaria Igea Marina l'1 giugno prossimo, di cui desidero raccontarvi oggi è il cantautore e produttore Gigi D'Alessio.
Nato a Napoli, il suo primo approccio con la musica è stato identico al mio: grazie ad una fisarmonica ricevuta in regalo dal padre. Dopo aver conseguito il diploma in pianoforte presso il conservatorio, a 23 anni dirige l'Orchestra Scarlatti, per poi divenire pianista di Mario Merola e firmare con lui il brano "Cient’anne".
L'album d'esordio risale al 1992 e si intitola "Lasciatemi cantare", seguito l'anno successivo da "Scivolando verso l’alto", nel 1994 "Dove mi porta il cuore", nel 1995 "Passo dopo passo".
Il successo ottenuto nel 1997 con l'LP "Fuori dalla mischia" gli permette di coronare il sogno di suonare allo Stadio San Paolo di Napoli.
Nel 1998 esce "E’ stato un piacere", è protagonista del film "Annaré" e autore della colonna sonora, mentre il 1999 è segnato dall'uscita di "Portami con te" e dall’esibizione alla presenza del Presidente degli Stati Uniti Bill Clinton al Gala del N.I.A.F.
Nel 2000 partecipa al Festival di Sanremo con "Non dirgli mai", pubblicata nell'album "Quando la mia vita cambierà". La successiva partecipazione al Festival dell'anno dopo lo vedrà di nuovo raggiungere ottimi posizionamenti in classifica con il brano "Tu che ne sai", pubblicata nel disco "Il cammino dell’età". Seguono nel 2002 "Uno come te" e nel 2003 una tournée mondiale che lo porta in Canada, Australia e Stati Uniti.
Nel 2004 "Quanti amori" vede Steve Ferrone alla batteria, musicista che nel 2010 avrebbe collaborato con noi Pooh in "Dove comincia il sole". Altre partecipazioni importanti sono Michael Thompson alle chitarre, Adriano Pennino e Jeremy Lubbock agli arrangiamenti.
Al Festival di Sanremo del 2005 presenta "L’amore che non c’è", mentre il concerto organizzato in Piazza del Plebiscito a Napoli diviene il doppio live "Cuorincoro".
Nel 2006 esce "Made in Italy", l'anno dopo il greatest hits "Mi faccio in 4" e nel 2008 "Questo sono io". Nello stesso anno firma la colonna sonora del film "No problem" di Vincenzo Salemme. Pubblica nel 2009 l'EP "6 come Sei", mentre l'anno successivo segue "Semplicemente sei" e si presta come testimonial della campagna contro il bullismo promossa dal Comune di Roma.
Nel 2012 partecipa al Festival di Sanremo con Loredana Bertè ed il brano "Respirare", contenuto in "Chiaro", seguito nel 2013 da "Ora", anno nel quale conduce su Canale 5 con Anna Tatangelo il varietà "Questi siamo noi".
Nel 2014 raggiunge la vetta della World Billboard Music Chart con l’album "Ora", mentre con "Malaterra" del 2015 porta l'attenzione dell'opinione pubblica sul problema della Terra dei Fuochi.
Nel 2017 torna al Festival di Sanremo con "La prima stella", brano appartenente all'album "24.02.1967", per poi condurre "Made in Sud", programma di cabaret in onda su Rai 2.
Per citare Gigi uso alcune strofe della sua "Napule":
C'era un principe senza casato
che aveva cambiato la sua identità
Diventato un attore importante
pe' tutta sta gente era il grande Totò
E cuntento morì in povertà
p'ajutà tanta gent'a campà
Chillu principe ricco ind'o core
ma quant'allegria c'ha saputo purtà...

Dodi, 13 maggio 2018


DODI DAY - 50 anni di musica

DODI DAY - 50 anni di musica
MARCO MASINI

Ciao a tutti, prosegue la presentazione degli ospiti che saranno presenti al "DODI DAY - 50 anni in musica", organizzato sul lungomare di Bellaria Igea Marina l'1 giugno prossimo.
Oggi vi parlo di Marco Masini, cantautore originario di Firenze. Cominciò giovanissimo a fare musica, grazie alla passione trasmessagli dalla madre. L'incontro con Giancarlo Bigazzi risalente al 1986 gli permise di collaborare alle colonne sonore di film come "Mediterraneo", "Mery per sempre", "Ragazzi fuori". Nel 1988 curò gli arrangiamenti dell'album di Umberto Tozzi dal titolo "Royal Albert Hall", LP live alla cui registrazione partecipò come tastierista e corista. Sempre come arrangiatore, nel 1989 collaborò con Raf al disco "Cosa resterà...".
Nell'edizione del 1990 del Festival di Sanremo, mentre noi Pooh vincevamo con "Uomini soli", Marco si aggiudicava il primo posto tra i giovani nella sezione "Novità" con la canzone "Disperato", scritta con Giancarlo Bigazzi e Giuseppe Dati, ricevendo anche il Premio della Critica "Mia Martini". Il brano fu inserito nel suo primo album omonimo.
La partecipazione al Festival di Sanremo dell'anno successivo gli valse il terzo posto con "Perché lo fai", a cui seguirono il secondo album dal titolo "Malinconoia" (un suo neologismo entrato nel vocabolario) ed il primo tour come artista solista.
Nel 1993 uscì l'LP "T'innamorerai", nel 1994 "Il cielo della vergine", nel 1996 "L'amore sia con te" e lo stesso anno duettò con Enrico Ruggeri nel brano "La gente di cuore". Seguirono nel 1998 l'album "Scimmie", nel 2000 "Raccontami di te", nel 2001 "Uscita di sicurezza", nel 2003 è "Il mio cammino".
La partecipazione al Festival di Sanremo del 2004 gli valse la vittoria con "L'uomo volante", scritta con Giuseppe Dati e Goffredo Orlandi. Nel 2006 uscì l'album "Tozzi Masini", nel 2009 "L'Italia... e altre storie", nel 2011 "Niente d'importante", nel 2013 "La mia storia piano e voce", mentre del 2017 è "Spostato di un secondo".
Al Festival di Sanremo di quest'anno durante la serata dei duetti ha interpretato "Ognuno ha il suo racconto", il brano portato in gara da Red.
Per citare Marco uso alcune strofe della sua "Spostato di un secondo":
Ho scoperto che l’amore è un’arte da capire
E l’ho scoperto così semplicemente amando
Che tutto cambia mentre lo stai vivendo...

Dodi, 12 maggio 2018


DODI DAY - 50 anni di musica

DODI DAY - 50 anni di musica
STEFANO D'ORAZIO

Ciao a tutti, come ogni festa che si rispetti, è buona norma che il festeggiato presenti gli ospiti che saranno presenti al "DODI DAY - 50 anni in musica", organizzato sul lungomare di Bellaria Igea Marina l'1 giugno prossimo.
Già conoscete i nomi di una parte degli amici che saliranno con me sul palco e mi sembra giusto cominciare con Stefano D'Orazio, l'amico fraterno che per primo ha accettato il mio invito.
Ritengo che sappiate meglio di me chi sia Stefano: l'8 settembre 1971 ha sostituito Valerio Negrini dietro la batteria, dimostrando nel 1975 di essere anche un ottimo paroliere scrivendo il suo primo brano: "Eleonora, mia madre". Da allora non ha più posato la penna, scrivendo per i Pooh ma anche per colleghi come Alice, Riccardo Fogli, Lena Biolcati, Delia Gualtiero, Annalisa Minetti... solo per citarne alcuni.
La nostra prima collaborazione risale al 1975 con "Peter Jr." Insieme abbiamo firmato un brano a Stefano molto caro come "50 primavere", la commovente dedica ai suoi genitori. Ma anche le intense "Buona fortuna e buon viaggio", "E arrivi tu", "Io sto con te", "Senza musica e senza parole". L'autobiografica "La ragazza con gli occhi di sole" e molte altre.
L'ultima in ordine di tempo è "Le cose che vorrei", realizzata appositamente per il tour che ha concluso la carriera dei Pooh. Ma è dalla nostra "Un vero amico", dal musical "Pinocchio", che desidero citare alcune strofe per me significative:
Le feste passano, gli amici no.
E se il destino poi, cambiasse idea
restiamo amici noi, comunque sia...

Dodi, 11 maggio 2018


DODI DAY - 50 anni di musica

DODI DAY - 50 anni di musica
IL PRIMO GIUGNO E’ #DODI DAY!

Come sapete tra meno di un mese a Bellaria Igea Marina festeggerò con un grande concerto i miei 50 anni di musica.
Ho il piacere di annunciare che sono molti già oggi gli ospiti che hanno confermato la loro presenza: STEFANO D'ORAZIO, MARCO MASINI, GIGI D’ALESSIO, ENRICO RUGGERI, LUCA CARBONI, MARIO BIONDI e tanti altri...
Ma non festeggerò solo le nozze d’oro con la musica: il prossimo venerdì 1 giugno a Bellaria Igea Marina sarà anche il giorno del mio 67esimo compleanno. Ho scelto una località, in provincia di Rimini, legata alla mia infanzia e ideale per una festa in mezzo alla gente, lontano dai riflettori degli stadi o dai rumori dei grandi eventi. Tutto questo a ingresso libero perché ho pensato che non fosse corretto organizzare la mia festa di compleanno e pretendere che i miei ospiti pagassero per tale evento...
Il "DODI DAY - 50 anni in musica" sarà una grandissima festa sul lungomare, aperta a tutti, un grande concerto pieno di sorprese per celebrare la mia vita artistica spesa come chitarrista dei #Pooh ed interprete di tanti successi, come singolo musicista e collaboratore di tanti artisti.
Sono molti gli ospiti invitati: come per ogni compleanno che si rispetti, mi sono rivolto a tutti gli amici con cui ho condiviso la mia vita privata ed artistica. Aspetto anche tutti voi, sarà una serata memorabile!
In occasione del DODI DAY ho deciso di fare delle riprese che utilizzerò in un secondo tempo per un DVD, inoltre ci saranno dei maxi schermi che diffonderanno le immagini per tutte le 30/40 mila persone attese per l'evento.
Voglio ringraziare nuovamente il Comune di Bellaria Igea Marina per aver accolto con tale entusiasmo questo mio importante compleanno.

Dodi, 10 maggio 2018


DODI DAY - 50 anni di musica

DODI DAY - 50 anni di musica
INFORMAZIONI E ORGANIZZAZIONE

Ciao a tutti, è giunto il momento di fare il punto della situazione per quanto riguarda la manifestazione "DODI DAY - 50 anni di musica".

QUANDO - La sera di venerdì 01 giugno 2018.

DOVE - A Bellaria Igea Marina, provincia di Rimini. Piazzale Capitaneria di Porto, lungo Via Alfonso Pinzon. L'area è in fase di ristrutturazione da parte dell'Amministrazione Comunale e successivamente sarò in grado di fornirvi le modalità di accesso per i portatori di handicap.

COSTO - L'accesso sarà gratuito, come ogni festa di compleanno che si rispetti. Non saranno quindi previsti posti a sedere, inviti o altre forme di prenotazione.

CONCORSO - La Fondazione Verdeblu ha indetto un concorso che permetterà a cinque fan di accedere nel backstage per scambiare qualche chiacchiera insieme e le foto di rito. I partecipanti devono inviare un video contenente le parole “Dodi Day”, “Bellaria Igea Marina” e “1 giugno 2018” all'indirizzo email concorso@fondazioneverdeblu.org entro il 15 maggio 2018. Ogni partecipante può presentare un solo video. Il 16 maggio 2018 i video verranno pubblicati sulla pagina Facebook di Bellaria Igea Marina: vinceranno i cinque che al termine del concorso avranno ricevuto il maggior numero di "like". Il regolamento completo è disponibile alla pagina https://bit.ly/2HmzvCx.
In merito alla votazione tramite "like", una raccomandazione: agite con correttezza. Sappiamo tutti che esistono servizi a pagamento che permettono di ottenere migliaia di "mi piace" con poco sforzo, non farvi ricorso è tutta una questione di coscienza.

NUMERI E INDIRIZZI UTILI
Comune di Bellaria Igea Marina
Sito web: www.comune.bellaria-igea-marina.rn.it
Pagina Facebook: www.facebook.com/comunebellariaigeamarina/

Informazioni su come raggiungere Bellaria Igea Marina
https://bit.ly/2GZwjNN

Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica di Bellaria Igea Marina
IAT Bellaria
Via Leonardo da Vinci, 2 - 47814 Bellaria Igea Marina
Tel. 0541 343808 - Fax 0541 345491
E-mail: iat@comune.bellaria-igea-marina.rn.it

Eventi e promozione turistica
www.bellariaigeamarina.org
Facebook: Bellaria Igea Marina https://www.facebook.com/bellariaigeamarina
Twitter: Bellaria Igea Marina @BIMturismo
Instagram: bellariaigeamarina
Youtube: Bellaria Igea Marina

Dodi, 15 aprile 2018


DODI DAY - Conferenza stampa

DODI DAY - 50 anni di musica
13 aprile 2018
CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE

Ciao a tutti, è con grande piacere che annuncio per venerdì 13 aprile alle ore 12:00 la conferenza stampa che svelerà i dettagli relativi al grande concerto dedicato alla mia carriera artistica ed al mio compleanno dal titolo "DODI DAY - 50 anni di musica".
Oltre a me interverranno Andrea Corsini, Assessore al Turismo della Regione Emilia Romagna ed Enzo Ceccarelli, Sindaco di Bellaria Igea Marina.
L'evento si terrà presso il locale Fabrica Cocktails e Cucina in Via Romea 9, a Bellaria Igea Marina e sarà aperto a quanti vorranno condividere con me un momento così importante

Dodi, 10 aprile 2018


DODI DAY - 01.06.2018

DODI DAY
01 giugno 2018
BELLARIA IGEA MARINA (RN)

Ciao a tutti, è con grande soddisfazione che finalmente posso dare ufficialità alla notizia che da tempo mi premeva di comunicare: il DODI DAY si terrà venerdì 1 giugno a Bellaria-Igea Marina, in provincia di Rimini.
Sarà una grande festa che ci vedrà riuniti in nome della musica, quella grande magia che ha segnato la mia esistenza e, mi piace pensare, tanti momenti importanti delle vostre vite.
Essendo la festa del mio compleanno e dei miei primi 50 anni come artista, il mio grande desiderio è di circondarmi unicamente di amici: alcuni saranno sul palco con me, tutti gli altri sarete voi. Sono certo che insieme vivremo una serata piena di emozione!
Nei prossimi giorni vi fornirò maggiori dettagli, soprattutto per quanto riguarda gli aspetti organizzativi e pratici.

Dodi, 17 marzo 2018